Malagò rieletto presidente del CONI

Con 55 voti, ha battuto Renato Di Rocco, fermo a quota 13 e Antonella Bellutti (un voto). È il suo terzo e quindi ultimo mandato 

Giovanni Malagò è stato trionfalmente confermato alla presidenza del Coni dal consiglio elettivo riunito presso il Tennis Club Milano Alberto Bonacossa. Ha ottenuto 55 voti precedendo Renato Di Rocco, fermo a quota 13, mentre ha raccolto un consenso Antonella Bellutti.

Malagò è al terzo mandato, è in carica dal 19 febbraio 2013. Ora si svolgeranno le elezioni per la nomina della giunta. Ecco le prime parole del vincitore: "Sarà il terzo mandato, l’ultimo. Non mi risparmierò per essere forti e credibili in questo momento di tempesta. Non c’è niente di più bello di fare il presidente del Coni. Sarò sempre dalla parte dello sport. Un grazie anche ai miei avversari, solo elettorali".

SALIS VICEPRESIDENTE VICARIA

Sarà una giunta più femminile. Entreranno in cinque. L’ex martellista Silvia Salis, prima degli eletti, è diventata vicepresidente vicaria. Donna anche l’altra vice, Claudia Giordani. Con loro entreranno anche Norma Gimondi, figlia del grande Felice e vicepresidente del ciclismo, che si classifica seconda. L’allenatrice delle farfalle della ritmica Emanuela Maccarani e la pallavolista Antonella Del Core.

C'È ANCHE GRAVINA  

Entra nel nuovo governo guidato da Malagò (che ha fatto l’en plein, sono entrati tutti candidati della sua area) anche il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, che passa da sesto nella quota dirigenti (ne entravano 7). Dove dietro Salis (46 voti) e Gimondi (37) sono stati eletti anche Copioli (Moto) e Rossi (tiro a volo) con 37, Buonfiglio (Canoa, 36), Gravina (calcio, 34) e Di Paola (sport equestri, 33). Esclusi invece Aracu (32), Cito (22), Scarso (14), Lunetta (7), Zanella (6), Porqueddu (4) e Rubinetti (1). Questo il resto del dettaglio. 

DUE ATLETI

Sono stati eletti due atleti: Antonella Del Core (pallavolo) con 37 voti e Paolo Pizzo con 21. Fra i tecnici entra in giunta Emanuela Maccarani con 55 consensi (Ana Butu 12 Gilberto Pellegrino 2, Maniela Benelli 1). Per i comitati regionali passa Sergio D’Antoni (Sicilia) con 44 voti mentre resta fuori Domenico Ignozza (Umbria) con 26. Per i delegati provinciali entra Claudia Giordani: la slalomista d’argento nel 1976 ottiene 53 voti (fuori Riccardo Viola con 18). Poi gli enti di promozione: il posto in giunta va a Giovanni Gallo (Pgs) che con 48 voti precede Bruno Molea che si ferma a 17.